Informazioni su Italia Culturale

Scoppio del Carro Firenze: la Pasqua a Firenze

Scoppio del Carro, Firenze

Scoppio del Carro, Firenze. Foto: Flickr - La Marga

La Pasqua a Firenze ha una tradizione del tutto particolare: è lo Scoppio del Carro, una delle più suggestive ed emozionanti manifestazioni storiche, folcloriche e religiose della Toscana.

Lo Scoppio del Carro di Firenze è tra le più sentite e partecipate celebrazioni popolari della Pasqua a Firenze.  A metà tra evento religioso, spettacolo pirotecnico, rito propiziatorio e rievocazione storica.

Volo della Colombina”, “Brindellone”, “Carro del Fuoco” sono espressioni familiari a tutti i fiorentini che assistono da sempre all’evento. Scopriamo come si svolge la festa e le sue antiche origini.

Realizzazione Siti Web Firenze

Rito dello Scoppio del Carro a Firenze

Corteo Storico con i Buoi e il “Brindellone”

La celebrazione dello Scoppio del Carro si svolge la mattina della Domenica di Pasqua, quando per le vie del centro storico di Firenze due enormi buoi bianchi di razza chianina trasportano  il cosiddetto Carro del Fuoco, soprannominato ironicamente dai fiorentini il “Brindellone“ (che nel vernacolo locale indica una persona sciatta e priva di grazia). Il percorso del Carro del Fuoco si snoda fragorosamente dal Piazzale del Prato fino al Duomo di Firenze.

Volo della “Colombina”

L’evento clou della manifestazione si svolge alla fine del percorso, nello slargo antistante la Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Un lungo filo di ferro viene collegato dal Carro del Fuoco all’altare maggiore della chiesa. All’estremità del filo dal lato dell’altare, è fissata una Colombina, che tiene nel becco un ramoscello d’ulivo.

Scivolando lungo il filo, il “Volo della Colombina” trasporterà una minuscola miccia accesa verso il carro, con lo scopo di innescare il piccolo arsenale di fuochi d’artificio contenuti al suo interno.

Durante la S. Messa, al momento del Gloria, l’Arcivescovo accende i razzi della Colombina, che inizia così il suo “volo”, scorrendo lungo il fil di ferro, percorrendo tutta la navata centrale del Duomo.

Accensione del Carro

Arrivata a destinazione, la Colombina appicca il fuoco ai mortaretti piazzati sul “Brindellone” e poi ritorna indietro verso l’altare Maggiore.

Se la Colombina compie il tragitto senza intoppi e il carro “scoppia” a dovere, allora si preannuncia un anno positivo e tanta prosperità per la Città di Firenze.

Firenze, Carro del Fuoco

Foto: Flickr - Moniko Moniko

Fuochi d'artificio sul Carro

Foto: Flickr - David Duran

Origini dello Scoppio del Carro di Firenze

La Crociata di Goffredo

Le origini storiche di questa tradizione fiorentina risalgono al periodo della prima crociata (1097), indetta dal Duca normanno Goffredo di Buglione per liberare la Terra Santa dall’occupazione dei musulmani.

Un fiorentino in Terra Santa

La tradizione vuole che il fiorentino Pazzino de’ Pazzi fosse il primo crociato a salire sulle mura di Gerusalemme una volta espugnata, ricevendo come ricompensa simbolica dalle mani di Goffredo di Buglione tre schegge del Santo Sepolcro.

Fatto ritorno a Firenze nell’anno 1101, il coraggioso Pazzino fu accolto con solenni festeggiamenti da tutta la città, che da allora custodì gelosamente le sacre reliquie, che oggi si trovano conservate nella Chiesa dei Santi Apostoli.

Le tre Pietre e il Fuoco sacro

Gli storici tramandano che il primo Sabato Santo dopo la liberazione di Gerusalemme, i crociati si radunarono nella Chiesa della Resurrezione e consegnarono a tutti il fuoco benedetto, simbolo di purificazione e rinascita.

A questa sacra cerimonia in terra santa sembra risalire l’usanza della Pasqua a Firenze di distribuire il fuoco santo al popolo fiorentino. In origine, il fuoco santo veniva acceso proprio con le scintille sprigionate dallo sfregamento delle tre pietre del Santo Sepolcro che Pazzino aveva donato alla città.

 

Firenze: Brindellone e Buoi Bianchi

Buoi Bianchi tirano il Carro col "Brindellone" per le vie di Firenze - Foto: Christine Lasso

Programma Scoppio del Carro 2012 a Firenze

La Pasqua 2012 cade il giorno 8 aprile 2012 (Domenica).

8.45 – Una rappresentanza del Corteo della Repubblica Fiorentina parte dal Palagio di Parte Guelfa, percorrendo il tragitto: Porta Rossa, Por S. Maria, via Vacchereccia, per  arrivare infine in piazza della Signoria.

8.55 – Il Corteo della Repubblica, con in testa il Gonfalone del Comune di Firenze, si muove da Palazzo Vecchio attravesro via Vacchereccia, via Por S. Maria, Borgo SS. Apostoli e arrivando in piazza del Limbo, dove riceve le Pietre del Santo Sepolcro.

9.00 – Il “Carro di Fuoco”, accompagnato dal Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, parte dal deposito de Il Prato per raggiungere Piazza del Duomo con il seguente itinerario: Il Prato, Borgo Ognissanti, piazza Goldoni, via della Vigna Nuova, via Strozzi, piazza della Repubblica, via Roma, piazza San Giovanni, piazza del Duomo.

9.15 – Il gruppo dei Bandierai degli Uffizi del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina parte dal Palagio di Parte Guelfa, percorre via Pellicceria per approdare a piazza della Repubblica, dove si svolge l’esibizione degli sbandieratori. Al termine, avviene il ricongiungimento con il Corteo proveniente da Il Prato.

9.20Chiesa SS. Apostoli: il Corteo storico, con il Portafuoco e il reliquiario contenente le Pietre del Santo Sepolcro, prosegue per piazza S. Trinità, via de’ Tornabuoni, via Strozzi, piazza della Repubblica, via Roma, per raggiungere infine il “Carro di Fuoco” in piazza del Duomo.

10.00 – Piazza Duomo, arrivo del Corteo con il “Carro di Fuoco”.

10.00 – Sorteggio per gli abbinamenti delle partite del Calcio Fiorentino (Torneo di San Giovanni).

11.00Scoppio del Carro.

 

Video Scoppio del Carro Firenze

 

Leggi anche:

La Pasqua in Italia

I Riti della Settimana Santa 

Vacanze di Pasqua

 

Share

Lascia un commento

Nome: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*