Informazioni su Italia Culturale

È morta Miriam Mafai

Si è spenta a 86 anni una delle più importanti giornaliste italiane: Miriam Mafai.

Diario Italiano di Miriam Mafai

Nata a Firenze nel 1926, nel 1976 è nel gruppo dei fondatori di La Repubblica. La sua vita è sempre stata dedicata al giornalismo e alla politica: parlamentare dal 1994 al 1996, aveva partecipato alla resistenza antifascista a Roma.

La sua produzione saggistica, sempre di altissimo livello, ha raccontato e analizzato la storia delle italiane e degli italiani, raccontando un secolo di storia del nostro Paese.

Italiaculturale.it segnala:

Lombardi, Milano, Feltrinelli, 1976.

Pane nero. Donne e vita quotidiana nella seconda guerra mondiale, Milano, Mondadori, 1987.

Il morso della mela. Interviste sul femminismo, con Ginevra Conti Odorisio e Gianna Schelotto, Rionero in Vulture, Calice, 1993.

Diario italiano, 1976-2006, Roma-Bari, Laterza editrice, 2006.

 

Share

1 Commento »

  1. Carmela Blandini dice,

    Scritto il 10 aprile 2012 alle ore 17:53

    Corri, bambina, corri…, tu che hai buona la testa, le gambe e il cuore.
    Corri senza rallentare davanti agli ostacoli, alla stanchezza, alla nostalgia (che pure talvolta ti coglie) del tempo della lentezza e della protezione.
    Corri per arrivare dove avevi deciso, per soddisfare il tuo sogno e la tua ambizione. La modestia, la rinuncia alle proprie ambizioni, se pure riuscirono, segretamente, a nutrirle, fu il connotato delle donne delle generazioni che ti hanno preceduto, donne educate alla modestia e alla rassegnazione, a mettersi al servizio dell’ ambizione del maschio della famiglia, fosse il marito, il fratello, il figlio. Tu sei diversa, tu hai deciso di arrivare dove ti sei proposta.
    Tra le donne che oggi hanno successo, molte portano nomi illustri. Hanno successo, dunque, per diritto ereditario. Tu non hai un nome illustre, né una famiglia importante alle spalle, ma hai buona la testa, le gambe e il cuore.
    E hai diritto a correre, e ad arrivare prima se la corsa non sarà truccata.
    Noi, della generazione che è venuta prima di te, una generazione che si è impegnata nella corsa, che spesso ha vinto, che più spesso ha perso, ti daremo una mano, se ce la chiederai. Ma tu devi sapere che hai diritto a una corsa non truccata, che hai diritto al successo.

    Miriam Mafai

Segui i commenti all'articolo via RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Name: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*