Informazioni su Italia Culturale

Festa della Mamma 2012

Mamma con bambino secondo Klimt

Gustav Klimt, Le Tre Età della Donna, 1905 (Galleria nazionale d’Arte Moderna, Roma)

In Italia la Festa della Mamma si festeggia la seconda domenica di maggio, con rose rosa, fiori e regali alle mamme. La data della Festa della mamma 2012 è il 13 maggio.

La Festa della mamma è una ricorrenza annuale di carattere civile che viene celebrata in tutti i paesi del mondo.

Per convenzione, il giorno in cui si celebrano le mamme cade ogni anno la seconda domenica del mese di maggio, anche se con alcune eccezioni.

I simboli più diffusi legati al giorno della mamma sono il colore rosso, il cuore e la rosa, che più di ogni altro fiore rappresenta l’amore, la bellezza, l’affetto materno.

La tradizione vuole che i figli rendano omaggio alle mamme con un piccolo dono, un pensiero, un gesto d’affetto o semplicemente i più sentiti e sinceri auguri.

La moderna Festa della Mamma

L’origine della moderna tradizione di celebrare la festa della mamma proviene dall’Inghilterra, dove nel diciassettesimo secolo cominciò a diffondersi l’usanza di festeggiare il “Mothering Sunday”, la quarta domenica di Quaresima.

In questa occasione venivano regalate rose rosse a tutte le mamme e veniva preparato il tipico dolce (“Mothering cake”), una torta a base di frutta.

Nei primi anni del novecento questa usanza arrivò anche negli Stati Uniti, dove nel 1914 fu istituita ufficialmente il Mother’s Day, su proposta di Anna M. Jarvis, una signora molto legata alla madre che dopo la sua morte inviò lettere ai membri del congresso per convincerli a istituire una festa nazionale dedicata a tutte le mamme.

Anna Jarvis propose come simbolo di questa festa il garofano, fiore preferito dalla madre: rosso per le mamme in vita, bianco per le mamme scomparse.

Nel 1914 il presidente Woodrow Wilson annunciò la delibera del Congresso per festeggiare le mamme di tutto il paese la seconda domenica di maggio.

Secondo un’altra versione, le origini della festa della mamma nacque risalgono al maggio 1870, sempre negli Stati Uniti, quando Julia Ward Howe, attivista pacifista e ferma oppositrice della schiavitù, propose di fatto l’istituzione della Giornata della madre come momento di raccoglimento e dibattito contro la guerra.

In Italia la Festa della mamma fu celebrata per la prima volta nel 1957 da don Otello Migliosi, nel piccolo borgo di Tordibetto, in provincia di Assisi la seconda domenica di maggio, come negli Stati Uniti.

 

Antiche origini della Festa della mamma

Mamme festeggiate nell’antichità

La figura della madre era tenuta molto in considerazione presso le antiche civiltà mediterranee. Una mamma molto festeggiata nell’antichità era Rhea, sposa di Crono e madre degli dei greci, protagonista di diversi miti antichi, tra cui il più importante, quello che vide nascere Zeus, il padre degli dei dell’Olimpo.

Crono temeva una profezia secondo la quale un giorno sarebbe stato spodestato da suo figlio. Per questo motivo Crono ingoiava tutti i figli che Rhea partoriva. Essendo di nuovo incinta Rhea decise di far nascere Zeus nel segreto di una caverna del monte Ida nell’isola di Creta, e poi portò a suo marito un fagotto con delle pietre che Crono ingoiò pensando fosse suo figlio.

I Greci per riconoscenza di aver dato la vita al padre degli dei dedicarono a Rhea un giorno di festeggiamenti ogni anno.

Presto il culto di Rhea si diffuse anche in Asia minore e tra i Romani, che la chiamarono Cibele. Cibele era ritenuta la madre di Giove, Giunone, Nettuno, Cerere e Plutone.

Dunque nelle sue origini più remote questa festa era legata al culto della fertilità dei popoli pagani politeisti, infatti viene celebrata proprio nel periodo più florido e fertile dell’anno, quando dalla rigidità invernale si passa al tepore della primavera inoltrata.

Questa festa venne recepita anche dai Romani che le diedero il nome di “Floraria” e nel mese di maggio dedicavano un’intera settimana di festeggiamenti a Cibele, dea della primavera e dei fiori.

Maggio, mese mariano

Con il diffondersi del cristianesimo il culto pagano della fertilità venne acquisito dalla Chiesa e si estrinsecò in un giorno designato a celebrare la ‘Madre della Chiesa: forza spirituale della vita e protezione dal male’.

Maggio è infatti diventato nella tradizione cristiana il mese mariano per eccellenza, in cui si celebra la Madonna, la “mamma di tutto il genere umano”

Il primo ad associare esplicitamente la Madonna al mese di maggio e alle sue fioriture fu Alfonso X il Saggio, re di Castiglia e Leòn, che nel tredicesimo secolo scrisse queste parole nella sua traccolta di poesie Las Cantigas de Santa Maria:

Rosa delle rose, fiore dei fiori,
donna fra le donne, unica signora,
tu luce dei santi e dei cieli via. 

Nel sedicesimo secolo fu San Filippo Neri a delineare la tradizione del mese mariano in maggio, insegnando ai giovani a ornare con fiori appena raccolti le immagini della madonna. La formalizzazione definitiva del “Mese di Maria” si deve al gesuita Dionisi che pubblicò un libro sul tema nel 1725.

Le parole più famose dedicate alla Madre dall’arte di ispirazione cristiana sono probabilmente quelle di Dante Alighieri contenute nel canto XXIII del Paradiso:

Vergine madre, figlia del tuo figlio,
umile e alta più che creatura,
termine fisso d’eterno consiglio,
tu se’ colei che l’umana natura
nobilitasti si’, che ‘l suo fattore
non disdegnò di farsi sua fattura.
Nel ventre tuo si raccese l’amore,
per lo cui caldo ne l’etterna pace
così è germinato questo fiore.
Qui se’ a noi meridiana face
di caritate, e giuso, intra mortali,
se’ di speranza fontana vivace.
Donna, se’ tanto grande e tanto vali,
che qual vuol grazia e a te non ricorre
sua disianza vuol volar sanz’ali.

 

Data Festa della mamma nel mondo

Non tutti i paesi del mondo rispettano la convenzione della seconda domenica di maggio, motivo per cui la festa della mamma in molte nazioni viene celebrata in date diverse.

  • Australia: seconda domenica di maggio
  • Belgio: seconda domenica di maggio
  • Brasile: seconda domenica di maggio
  • Canada: seconda domenica di maggio
  • Danimarca: seconda domenica di maggio
  • Finlandia: seconda domenica di maggio
  • Germania: seconda domenica di maggio
  • Grecia: seconda domenica di maggio
  • India: seconda domenica di maggio
  • Italia: seconda domenica di maggio
  • Giappone: seconda domenica di maggio
  • Nuova Zelanda: seconda domenica di maggio
  • Singapore: seconda domenica di maggio
  • Stati Uniti: seconda domenica di maggio
  • Svezia: seconda domenica di maggio
  • Turchia: seconda domenica di maggio
  • Regno Unito/Irlanda: quarta domenica di Quaresima
  • Francia: prima domenica di giugno o ultima domenica di maggio
  • Gran parte dell’America del Sud, Bahrain, Malesia, Oman, Pakistan, Qatar, Arabia Saudita, Emirati Arabi: 10 maggio
  • Messico: 8 Maggio
  • Albania: 8 Marzo
  • Russia: 28 Novembre
  • Polonia: 26 Maggio
  • Indonesia: 22 Dicembre
  • Egitto: 21 Marzo
  • Norvegia: seconda domenica di febbraio
  • Thailandia: 12 Agosto
  • Libano: First day of Spring
  • Austria, Hong Kong, Olanda, Taiwan, Ungheria, Portogallo, Sudafrica, Spagna: prima domenica di maggio
  • Anversa, Costa Rica: 15 agosto
  • Argentina: seconda o terza domenica di ottobre

 

Le azalee dell’AIRC

Da qualche anno in Italia si è affermato un nuovo modo per celebrare il giorno dedicato alle mamme, ovvero quello di sostenere la ricerca sul cancro.

In molte piazze d’Italia, la domenica in cui si festeggia la mamma, si possono acquistare delle azalee, da regalare alle mamme, che servono a sostenere l’AIRC (Associazione Italiana Ricerca Cancro).

Sul sito dell’AIRC è possibile verificare tutte le piazze d’Italia in cui sarà possibile acquistare le azalee presso i banchetti dell’AIRC e dare così un contributo di solidarietà alla ricerca scientifica nel nostro paese.

Share

Lascia un commento

Nome: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*