Informazioni su Italia Culturale

La danza contemporanea a Genova il 30 ottobre

Sabato 30 ottobre 2010 ore 11:00 e ore 16:00

Fontana di Piazza De Ferrari – Genova

LUOGHI COMUNI

Progetto euro regionale di danza contemporanea nello spazio pubblico

II edizione – l’evento è gratuito – www.associazioneartu.it

4 performance site specific di compagnie italiane e francesi

un partenariato euro regionale tra Liguria, Piemonte, Rhônes Alpes e PACA

un luogo comune, la fontana

Il 30 ottobre la fontana di Piazza De Ferrari a Genova sarà una delle protagoniste della seconda edizione di LUOGHI COMUNI, progetto euro regionale che prevede la produzione e la circuitazione di quattro nuove creazioni di danza contemporanea nello spazio pubblico grazie alla partnership di sette importanti strutture italiane e francesi che promuovono la diffusione di questa forma d’arte attraverso proposte artistiche capaci di incontrare il pubblico nei luoghi della quotidianità.

Le creazioni site specific ruotano attorno a tre diverse tematiche: la strada e la danza, la Francia e l’Italia, l’arte e le città.

Per questa edizione “la fontana” è stata scelta come “luogo comune” di rappresentazione.

Dalle ore 11 alle 12 e dalle 16 alle 17 il pubblico potrà ammirare la bellissima fontana di De Ferrari animata da quattro performance di danza contemporanea create e realizzate da Cosetta Graffione, Daniele Ninarello e dalle compagnie francesi De Fakto e Antipodes.

LUOGHI COMUNI debutta a Genova per poi trasferirsi a Marsiglia a fine maggio 2011, a Villeurbanne (Lione) e a Torino nell’estate 2011.

I partner

L’Associazione ARTU di Genova organizzatrice del festival Corpi Urbani/Urban Bodies è partner del progetto con Lieux Publics – centro nazionale di creazione a Marsiglia, Les Ateliers Frappaz – polo regionale di arte urbana a Villeurbanne, il centro nazionale coreografico di Maguy Marin a Rillieux la Pape, i festival Teatro a Corte/Fondazione Teatro Piemonte Europa, Interplay/Associazione Mosaico Danza e l’Associazione Cera l’Acca di Torino.

La genesi del progetto

La danza contemporanea è sempre più attratta da nuovi contesti e nuove forme che si confrontino anche con lo spazio urbano. Il mondo dell’arte di strada ricerca delle forme sempre più sensibili, coinvolgendo il corpo e il movimento. Il progetto nasce per irrompere nel vissuto e agire sulla consuetudine, provando a trasformare ciò che si conosce in qualcosa di innovativo, con l’obiettivo di fare della creazione artistica un linguaggio sempre più accessibile.

Viene inoltre soddisfatta anche la voglia e l’intenzione di molti artisti di uscire dai luoghi canonici dedicati allo spettacolo, di rinnovare la creazione confrontandola con il contesto urbano, di rivolgersi al pubblico e al non-pubblico, di incontrare gli “attori urbani”, le autorità locali, gli urbanisti, gli abitanti.

Gli artisti

La giovane danzatrice Cosetta Graffione, prodotta dall’Associazione ARTU, in Le memorie dell’acqua ricorda il significato più profondo dell’elemento acqua e il suo utilizzo in uno spazio come la fontana. Cosetta Graffione [.pdf 40 KB]

Daniele Ninarello è prodotto da Associazione Mosaico/Festival Interplay, Fondazione Teatro Piemonte Europa/Festival Teatro a Corte. In God Bless You riflette sulla figura del senzatetto come custode di desideri inesauditi che trascina con sé bicchieri salvadanaio come fossero tante piccole fontane. Daniele Ninarello [.pdf 41 KB]

Gli artisti della compagnia francese De Fakto, prodotta da Ateliers Frappaz/CCN Maguy Marin, in Le petit bal 2 rue danzano a ritmo di valzer, hip hop e burlesque il testo della popolare canzone “Petit Bal Perdu” di Bourvil. Compagnie De Fakto [.pdf 40 KB]

La compagnia Antipodes, prodotta da Lieux Publics, in Dernier Rendez-Vous – Rituel urbain chorégraphié lavora sull’interprete, il personaggio e le sue caratteristiche fisiche in relazione allo spazio urbano e ai suoi elementi architettonici. Compagnie Antipodes [.pdf 40 KB]

L’Associazione ARTU organizza da otto anni a Genova Corpi Urbani/Urban Bodies, Festival Internazionale di Danza nei Paesaggi Urbani che propone creazioni e performance di compagnie italiane e straniere, in un panorama variegato di forme e linguaggi del corpo. Il Festival è entrato a far parte nel corso degli anni di alcuni importanti networks europei, valorizza lo spazio urbano e invita alla scoperta del territorio attraverso l’arte della danza contemporanea, convogliando la memoria storica dei luoghi a una nuova visione.

L’Associazione ARTU realizza questo progetto grazie al contributo di Regione Liguria, Comune di Genova e Camera di Commercio di Genova e grazie alla preziosa collaborazione dell’ASTER.

Share

Lascia un commento

Nome: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*