Informazioni su Italia Culturale

Caravaggio alle Scuderie del Quirinale

Dal 20 febbraio al 13 giugno 2010, le Scuderie del Quirinale ospitano la mostra che celebra il Caravaggio nel IV centenario della morte (1610-2010).

Caravaggio non dipinse molto in vita sua. Perché la vita prese spesso il sopravvento sull’arte. E nonostante ciò, nel corso dei secoli sono state attribuite a Michelangelo Merisi molte opere. La mostra alle Scuderie del Quirinale vuole offrire al pubblico solo e soltanto la produzione certa.

Caravaggio, Cena in Emmaus, 1601 (dal sito MiBAC)

Le sale delle Scuderie ospitano 23 tele, “prese del gruppo di opere considerate altamente attendibili nell’attribuzione”, sottolinea il curatore Claudio Strinati. La scelta di privilegiare l’autografia sicura dei dipinti ha portato a escludere la produzione variamente riferita alla sua “bottega”, così come sono state poste a margine, quasi lasciate momentaneamente in sospeso, le “ulteriori versioni” e tutte le questioni sulle quali la critica del Novecento si è più volte confrontata, e continua a farlo, con pareri non sempre concordi.

(dal sito MiBAC)

Caravaggio, Giuditta e Oloferne, 1599

L’intera carriera artistica di Caravaggio sarà rappresentata lungo i due piani espositivi delle Scuderie in un percorso che non sarà strettamente cronologico, ma teso ad esaltare il confronto tra tematiche e soggetti uguali. Così accanto a Ragazzo con il canestro di frutta, una delle più importanti opere giovanili, si vedrà il Bacco degli Uffizi, dove Caravaggio dipinse un’altra eccelsa natura morta, due opere che mai sono state messe prima a confronto diretto, senza contare l’eccezionale presenza della Canestra di frutta della Pinacoteca Ambrosiana, mai uscita prima dalla sua sede.


Questo confronto diretto tra soggetti caravaggeschi vuole essere il fil rouge della mostra. E quindi ancora, in ambito sacro, si vedranno, messe a confronto alcune delle grandi pale d’altare romane e altre del periodo siciliano, tra cui il Seppellimento di Santa Lucia, quasi dipinta in articulo mortis, e che rappresenta il punto estremo della tragica parabola esistenziale del Merisi.

E poi accanto a opere conosciutissime e ben visibili – come le due versioni della Cena in Emmaus rispettivamente dalla National Gallery di Londra e dalla Pinacoteca di Brera o ancora i Musici dal Metropolitan Museum di New York con il Suonatore di liuto dall’Ermitage e l’Amore vincitore dalla Gemaldegalerie di Berlino o le tre versioni del San Giovanni Battista rispettivamente dai Musei Capitolini e dalla Galleria Corsini di Roma, e dal Nelson-Atkins Museum di Kansas City – altre più rare e di difficoltosa visione, perché raramente concesse per mostre a carattere temporaneo, come la Deposizione dai Musei Vaticani, l’Annunciazione dal Museo di Nancy, restaurata per l’occasione in un progetto congiunto Italia-Francia o anche l’Incoronazione di Spine dal Kunsthistorisches Museum di Vienna.

Il catalogo della mostra è curato da Claudio Strinati, ed edito da Skira Editore, 2010, edizione italiana e inglese – 248 pagine, 74 colori e b/n, cartonato – ISBN 978-88-572- 0520-5 I, -0458-1 E – Prezzo: euro 49,00 – prezzo in mostra euro 29,00 (edizione in brossura)

Quando: dal 20 febbraio al 13 giugno 2010

Orario: da domenica a giovedì 10.00-20.00; venerdì e sabato 10.00-22.30.

Dove: Scuderie del Quirinale – Via XXIV Maggio 16, Roma – tel. 06.39967500

Sito web: www.scuderiequirinale.it

Costo: Intero 10,00 euro – Ridotto 7,50 euro

Biglietteria on line: www.pierreci.it

[map:http://maps.google.com/maps?q=scuderie+del+quirinale&ie=UTF8&hl=en&hq=scuderie+del+quirinale&hnear=&ll=41.90183,12.486734&spn=0.013288,0.027595&z=15&iwloc=A]

Share

2 Commenti »

  1. Quarto centenario della morte di Caravaggio dice,

    Scritto il 27 febbraio 2010 alle ore 23:56

    […] GRANDE MOSTRA DELLE OPERE DEL CARAVAGGIO, presso le Scuderie del Quirinale, comprendente 40-50 dipinti del pittore e alcune opere di confronto. Questa mostra vuole essere una rassegna il più possibile completa delle opere del pittore, prodotte nei 14 anni del soggiorno romano (1592-1606) e negli ultimi 4 anni della sua vita (trascorsi da fuggiasco tra Napoli, Malta e la Sicilia). Altri eventi […]

  2. Il restauro aperto di Caravaggio dice,

    Scritto il 15 marzo 2010 alle ore 15:15

    […] il documentario prodotto durante i lavori dal regista Antonio Farina, accompagnerà l’opera alle Scuderie del Quirinale, sede della grande mostra “Caravaggio”, che accoglierà proprio nell’anno della celebrazione, […]

Segui i commenti all'articolo via RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Name: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*