Informazioni su Italia Culturale

Sant’Ambrogio 2009 a Milano

(dal sito MiBAC)

(dal sito MiBAC)

In occasione della tradizionale festività milanese di Sant’Ambrogio, lunedì 7 dicembre 2009 la Pinacoteca di Brera e il Cenacolo Vinciano di Santa Maria delle Grazie rimarranno aperti in via straordinaria e gratuita.

La festa di Sant’Ambrogio è la festa più attesa e sentita dai milanesi. Tra i numerosi eventi popolari e culturali che si svolgono durante questa festa tradizionale, si può citare l’apertura ufficiale della stagione operistica del teatro alla Scala di Milano oppure la celebre e pittoresca fiera degli “Oh bej, oh bej” che si svolge dal 5 all’8 dicembre. Questa fiera ha origini antichissime, risalenti addirittura al 1288 e si svolge lungo le strade che circondano la basilica di Sant’Ambrogio.




Grazie al contributo della Banca Popolare di Milano e al lavoro del Direttore e Soprintendente di Brera, Sandrina Bandera, del Direttore Regionale Mario Turetta e alla collaborazione dei sindacati, sarà infatti possibile visitare gratuitamente due importanti luoghi della cultura.

Il cenacolo vinciano

da Wikipedia

da Wikipedia

(dal sito della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici)

Leonardo ha dipinto l’Ultima Cena nel Refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie per volere di Ludovico il Moro, in un arco di tempo che va dal 1494 al 1497. L’artista, trattandosi di pittura su muro, non si è affidato alla tradizionale quanto resistente tecnica dell’affresco, che impone una veloce stesura del colore sull’intonaco ancora umido, ma ha voluto sperimentare un metodo innovativo che gli consentisse di intervenire sull’intonaco asciutto e, quindi, di poter tornare a più riprese sull’opera curandone ogni minimo particolare. Purtroppo le intuizioni di Leonardo si rivelarono sbagliate e ben presto, per un ‘infelice concomitanza di cause, la pittura cominciò a deteriorarsi. Nel corso dei secoli, di conseguenza, si susseguirono molti restauri nel disperato tentativo di salvare il capolavoro. Nel 1999, dopo oltre vent’anni di lavoro, si è concluso l’ultimo intervento conservativo che, grazie alla rimozione di tante ridipinture, ha riportato in luce quanto restava delle stesure originali.

Il Cenacolo Vinciano ha sede in Piazza Santa Maria delle Grazie 2, 20123 Milano.
Sito: www.cenacolovinciano.net e informazioni in Greenaway, Peter, L’ ultima cena di Leonardo, Milano, Charta, [2008] ISBN 8881586916
[map:http://maps.google.it/maps?f=q&source=s_q&hl=it&geocode=&q=cenacolo+vinciano&sll=41.442726,12.392578&sspn=11.986032,28.256836&ie=UTF8&hq=&hnear=Cenacolo+Vinciano,+Piazza+Santa+Maria+delle+Grazie,+2,+20123+Milano,+Lombardia&z=14]

La Pinacoteca di Brera

da Wikipedia

da Wikipedia

(dal sito ufficiale della Pinacoteca)

Museo di statura internazionale, la Pinacoteca di Brera nacque a fianco dell’Accademia di Belle Arti, voluta da Maria Teresa d’Austria nel 1776, con finalità didattiche. Doveva infatti costituire una collezione di opere esemplari, destinate alla formazione degli studenti. Quando Milano divenne capitale del Regno Italico la raccolta, per volontà di Napoleone, si trasformò in un museo che intendeva esporre i dipinti più significativi provenienti da tutti i territori conquistati dalle armate francesi. Brera quindi, a differenza di altri grandi musei italiani, come gli Uffizi ad esempio, non nasce dal collezionismo privato dei principi e dell’aristocrazia ma da quello politico e di stato. Infatti a partire dai primi anni dell’Ottocento, anche in seguito alla soppressione di molti ordini religiosi, vi confluirono i dipinti requisiti da chiese e conventi lombardi, cui si aggiunsero le opere di identica provenienza sottratte ai vari dipartimenti del Regno Italico. Questa nascita spiega la prevalenza, nelle raccolte, dei dipinti sacri, spesso di grande formato e conferisce al museo una fisionomia particolare, solo in parte attenuata dalle successive acquisizioni.

Il museo espone opere di: Giovanni Bellini, Umberto Boccioni, Sandro Botticelli, Agnolo Bronzino, Caravaggio, Carlo Carrà, Piero della Francesca, Francesco Hayez, Andrea Mantegna, Francesco Menzocchi, Amedeo Modigliani, Pablo Picasso, Rembrandt Van Rijn, El Greco, Canaletto, Marco Palmezzano, Raffaello, Pieter Paul Rubens, Tintoretto e tanti altri.

Una guida alla Pinacoteca: Brera. Guida alla Pinacoteca, Milano, Electa, 2004 – ISBN 8837028350

La Pinacoteca di Brera si trova in Via Brera 28, 20121 Milano.
[map:http://maps.google.it/maps?f=q&source=s_q&hl=it&geocode=&q=pinacoteca+brera&sll=45.465993,9.170711&sspn=0.021911,0.055189&ie=UTF8&hq=&hnear=Pinacoteca+di+Brera,+Via+Brera,+28,+20121+Milano,+Lombardia&ll=45.471989,9.188089&spn=0.021909,0.055189&z=14]

Il Cenacolo Vinciano sarà aperto dalle 8.15 alle 19.00 (info. 02.92800360), mentre la Pinacoteca di Brera ospiterà i visitatori dalle 8.30 alle 19.30 (info. 349.3695910 – 02-72263204/203 – 02.92800361). Si accede senza prenotazioni.

Share

1 Commento »

  1. Sant'Ambrogio 2009 a Milano dice,

    Scritto il 6 dicembre 2009 alle ore 00:19

    […] Originale:  Sant'Ambrogio 2009 a Milano Articoli correlati: Dario Fo e Franca Rame Sant'Ambrogio e l'invenzione di Milano […]

Segui i commenti all'articolo via RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Name: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*