Informazioni su Italia Culturale

Festa del libro con gli autori: Pordenonelegge 2010

Dal 15 al 19 settembre 2010 si rinnova l’appuntamento con pordenonelegge, la Festa del Libro con gli Autori: è l’undicesima edizione di una tra le più attese manifestazioni dell’agenda culturale italiana. Nel corso del tempo, sia la critica più raffinata che il grande pubblico hanno seguito con passione questo evento, unico nella sua principale caratteristica, che lo differenzia dalle molte altre analoghe manifestazioni: riesce a coniugare la leggerezza sui temi chiacchierati con la profondità nei discorsi seri, la provocazione con l’accademia.

Anche quest’anno a pordenonelegge.it ci saranno grandi nomi della letteratura italiana e internazionale, a cominciare da Corrado Augias, volto televisivo e saggista dall’impronta illuministica e arguta, a cui sarà affidato il compito di inaugurare ufficialmente il festival con una lezione magistrale che cercherà di addentrarsi in una della passione più belle dell’uomo: l’amore per la lettura. “Amori dentro altri amori” che sfidano la complessità del presente e diventano occasioni per sofferte rinascite personali sono invece quelli raccontati da due raffinati scrittori: Paolo Ruffilli e Pino Roveredo. Un altro tipo di amore, anestetizzato per difesa, è il sentimento che animerà il dialogo fra Valentina Brunettin e Mary Barbara Tolusso: le metafore dell’anestesia e della morte, della lontananza e del gelo, sono indirettamente critica a una società che sembra abbia perso forza affettiva. Ancora l’amore, declinato nell’adolescenza, sarà il tema centrale di uno degli incontri più attesi della prossima edizione di pordenonelegge, il dialogo tra Alessandro D’Avenia e Silvia Avallone, giovanissimi autori che con il libro d’esordio hanno convinto sia il pubblico che la critica.




Un altro esordiente di grande valore, Simone Marcuzzi, presenterà il suo ultimo romanzo, racconto emozionato di una giovinezza vissuta in un mondo che, come un grande frullatore, mischia senza pietà gioia, speranza e amicizia. La gioventù arrabbiata e malandata del Nord Est sarà invece l’argomento dell’atteso dialogo fra Massimiliano Santarossa e Emanuele Tonon, scrittori impegnati in una descrizione lucida e emozionale della società contemporanea. Il dialogo tra Anilda Ibrahimi e Francesca Melandri si soffermerà sulle difficoltà che possono nascere in un storia amore per incomprensioni etniche e ideologiche. Sulla stessa lunghezza d’onda, l’incontro con Fabio Geda: racconterà la storia di un bambino afgano nato nel posto sbagliato e nel momento sbagliato, che si mette in viaggio per l’Italia attraversando la miseria e la nobiltà degli uomini.

dal sito pordenonelegge.it

Momenti dedicati ai rapporti fra storia e letteratura, saranno l’incontro con Antonio Pennacchi, reduce dalla vittoria al Premio Strega, che con Canale Mussolini ha ricreato una epica popolare capace di rivedere le facili categorie di una storiografia consacrata dalle accademie; il dialogo fra Pietro Spirito e Helena Janeczek, in cui la storia del Novecento diventa occasione per una sofferta anatomia dell’identità individuale; e infine l’incontro con Stefano Zecchi, il viaggio di un padre e di un figlio sullo sfondo dell’esodo istriano.

Antonio Franchini, editor di Mondadori e scrittore, in questa duplice veste sarà protagonista di due dialoghi: il primo, con Paolo Di Stefano, indagherà il rapporto spesso conflittuale tra editori e scrittori, mentre con Emanuele Trevi si soffermerà sul problema della fiction romanzesca: estremo inganno dell’arte o forma terminale di verità?

Questo è solo una piccola anteprima del programma, consultabile on line all’indirizzo www.pordenonelegge.it oppure aderendo al gruppo Facebook Quelli che…pordenonelegge.it è proprio una gran bella manifestazione!

Share

Lascia un commento

Nome: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*