Informazioni su Italia Culturale

Il Don Giovanni a San Galgano

Dopo il grande successo del debutto, torna in scena Don Giovanni di W.A. Mozart all’Abbazia di San Galgano per OperaFestival (domenica 4 luglio alle 21.00).

Il capolavoro mozartiano, da sempre amato ed indagato per le infinite possibilità di interpretazione che ancora oggi ci regala, è sintesi straordinaria tra musica e parole immortali. Il nuovo allestimento di OperaFestival, manifestazione sempre attenta a coniugare grandi titoli con la magnificenza delle sedi scelte (l’ Abbazia di San Galgano e il Giardino di Boboli di Palazzo Pitti a Firenze) porta la firma di Luca Verdone, regista cinematografico, documentarista già molto attivo nel repertorio operistico ed entusiasta di debuttare nella città dei suoi avi. La famiglia Verdone infatti deve al grande storico del cinema Mario la sua ascendenza senese, rivendicata sempre con orgoglio.

Carlo Verdone, con il padre Mario e il fratello Luca

L’ Abbazia di San Galgano è luogo caro a Luca e Carlo che venivano da bambini accompagnati dalla nonna. Luca ha girato il suo primo cortometraggio proprio all’interno della chiesa cistercense (fascino che ha colpito anche Tarkovskij che vi ha girato la scena finale di Nostalghia) e vi torna ora per la regia di questo Don Giovanni. A seguire il lavoro del fratello Carlo Verdone, che pure spesso ha ambientato i suoi film nei meravigliosi scenari toscani e senesi, sarà in prima fila con la famiglia ad assistere alla recita del 4 luglio.

La particolare dimensione “open air” ha prodotto un allestimento in cui gli elementi scenici si sanno adattare armonicamente alla meraviglia del sito ospitante integrandosi ad essi valorizzando anzi i contenuti del capolavoro mozartiano.




Con lo scenografo Giacomo Andrico e Micol Joanka Medda e Caterina Bottai per i costumi, la regia di Verdone ha immaginato una ambientazione più “antica”, diversa dalle consuete atmosfere settecentesche o dissacratoriamente “futuribili” che si possono vedere nei teatri di tutto il mondo, rivestendo Don Giovanni dei panni e delle atmosfere vicine al “Seicento” laddove è stato creato.

L’opera si avvale della direzione del M° Matteo Beltrami, una giovane ma già acclamata bacchetta alla guida dell’Orchestra e Coro di OperaFestival. Il cast avrà nel ruolo di protagonista il giovane baritono spagnolo Alvaro Lozano che alla possente linea di canto unisce un invidiabile phisic du role che lo rende perfetto per interpretare il leggendario seduttore. Accanto a lui un cast di grande respiro internazionale con Ugo Guagliardo che interpreterà Leporello, un ruolo che ha già regalato tanto successo al giovane cantante, mentre Debora Beronesi canterà Donna Elvira, Daria Masiero debutterà il ruolo di Donna Anna, il tenore Roberto Covatta come Don Ottavio, Francesca Fedeli e Gianluca Margheri sono i giovani contadini Zerlina e Masetto.

Don Giovanni sarà nuovamente in scena il 9 e il 17 luglio all’Abbazia di San Galgano, per poi approdare al Giardino di Boboli di Firenze il 22 e il 29 luglio.

Per informazioni e biglietti: Biglietteria on line www.festivalopera.it

Prevendite: Multipromo OperaFestival – Fiesole, via San Francesco 3 – Tel. 055 5978309

APT Siena: Tel. 0577 280551; Abbazia San Galgano: Tel. 0577 756738.

Biglietteria Firenze, Porta Romana (ingresso Giardino di Boboli) Tel. 055.229370 dal martedì alla domenica h. 11:00-14:00 e 16:00-19:00

Box Office: Firenze, via Alamanni 39 – Tel. 055.210804, Ticket One, VivaTicket

Share

Lascia un commento

Nome: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*