Informazioni su Italia Culturale

Hopper in mostra a Roma

Si trasferisce a Roma la mostra dedicata all’americano Edward Hopper. Dal 16 febbraio al 13 giugno 2010, presso il Museo Fondazione Roma saranno in mostra le 160 opere già esposte a Milano, e altri grandi capolavori dell’artista.

E. Hopper, Autoritratto, 1925-30

180.000 visitatori a Milano hanno già avuto modo di apprezzare l’opera di Hopper: italiaculturale.it ve ne aveva già parlato qui. A Roma nuovi eccezionali dipinti. Oltre alle 160 opere esposte alla mostra milanese, a Roma giungeranno altri grandi capolavori dell’artista, quali il bellissimo Self-Portrait del 1925-1930 e, inoltre, The Sheridan Theatre (1937), New York Interior (1921 circa), Seven A. M. (1948); South Carolina Morning (1955) accanto ai relativi disegni preparatori. Dipinti straordinari che completano il gruppo delle opere celebri già presenti a Milano, tra cui Summer Interior (1909), Pennsylvania Coal Town (1947), Morning Sun (1952), Second Story Sunlight (1960), A Woman in the Sun (1961) e la bellissima Girlie Show (1941).

Il pubblico avrà un’accoglienza mozzafiato, perché farà il suo ingresso in mostra attraversando una suggestiva ambientazione notturna con una ricostruzione scenografica ispirata al bar raffigurato nel noto dipinto Nighthawks (1942).

E. Hopper, Le sette del mattino, 1948

Un ingresso che invita ad immergersi nel mondo di Hopper e a diventare protagonisti del dipinto, grazie ad un’operazione perfettamente in linea con la poetica dell’artista che guarda all’uomo comune come al soggetto narrativo dei suoi quadri. Uno spazio che verrà animato da eventi collaterali nel corso dell’esposizione.




Il percorso della mostra proseguirà all’insegna dell’interazione tra opere e visitatori grazie alle scenografiche e suggestive ambientazioni che seguono l’impostazione cronologica e tematica del curatore. Le scene fissate dall’artista sulla tela saranno fonte di immaginazione e dilatazione temporale per chi guarda, così come avviene nel racconto cinematografico teatrale o letterario. L’allestimento, arricchito da un’illuminazione che scandisce la dimensione spazio-temporale e da un sottofondo sonoro con rumori ispirati ai luoghi dei quadri (città, interni, campagna, mare), accompagnerà quindi l’evoluzione stilistica di Hopper e il contesto che l’ha contraddistinta, amplificando il flusso emozionale generato dai suoi dipinti.

Italiaculturale.it consiglia il catalogo della mostra e una biografia dell’autore:

Quando: dal 16 febbraio al 13 giugno 2010

Tutti i giorni ore 10.00-20.00

Venerdì e Sabato ore 10.00-22.00

Lunedì ore 10.00-15.00

La biglietteria chiude un’ora prima

INFORMAZIONI E PREVENDITA BIGLIETTI

T. 199 202 202 – T. 0455 230304
(dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 20.00 e sabato dalle 8.00 alle 13.00, diritto di prevendita 1,50 euro a persona / 1,50 euro per i gruppi / 1,00 euro per le scolaresche)

BIGLIETTERIA ON LINE

www.vivaticket.it

Dove: Fondazione Roma Museo – Via del Corso 320 – 00186 Roma

Sito web: www.museodelcorso.it

[map:http://maps.google.com/maps?q=Via+del+Corso+320+%E2%80%93+00186+Roma&ie=UTF8&hl=en&hq=&hnear=Via+del+Corso,+320,+00186+Roma,+Lazio,+Italy&ll=41.902916,12.480984&spn=0.013287,0.027595&z=15&iwloc=A]

Share

1 Commento »

  1. La mostra di Hopper a Milano dice,

    Scritto il 25 febbraio 2010 alle ore 16:19

    […] di svolgimento al Palazzo Reale di Milano dal 15 ottobre 2009 al 24 gennaio 2010 e subito dopo a Roma, presso la Fondazione Roma Museo, dal 16 febbraio al 13 giugno 2010, ed è prodotta da Palazzo Reale, Fondazione Roma e Arthemisia che  è riuscita a portare a Milano […]

Segui i commenti all'articolo via RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Name: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*