Informazioni su Italia Culturale

Cima da Conegliano in mostra

Dal 2 febbraio al 2 giugno 2010, Palazzo Sarcinelli a Conegliano ospita una mostra dedicata al Maestro che fu uno dei protagonisti dell’età d’oro della pittura veneta: Giovanni Battista Cima, detto Cima da Conegliano.

 

L’autore

(dal sito della mostra)

La biografia di Giovanni Battista Cima detto Cima da Conegliano è ancora avvolta dalle ombre, e solo la possibilità di porre a confronto le sue opere può consentire di risolverli, soprattutto alla luce della scarsità di documenti emersi nel corso dei secoli.

La sua data di nascita (1459 o 1460) è desumibile dall’estimo coneglianese del 1473, ove lo si identifica in un Joannes Cimator.

Le prime testimonianze artistiche sono quelle che narrano di un Magister Zambatista pictor pagato nel 1486 per un gonfalone della Scuola dei Calegheri di Conegliano, oltre all’orgogliosa firma e data “Joanes Baptista de Conegliano fecit 1489 adì primo marzo“, apposta sulla pala per la chiesa di San Bartolomeo a Vicenza.

L’assenza di fonti, infatti, non chiarisce questa questione prima del 1489, anno in cui si trasferisce da Conegliano a Venezia, dove apre una bottega autonoma. Nella città lagunare sarà pagato per varie pale d’altare nel 1494, nel 1499, nel 1504 e nel 1510.

Tra il 1500 e il 1515, alternerà il soggiorno veneziano a frequenti viaggi in Emilia, tra Parma, Bologna e Carpi, dove riceverà numerose commissioni per altari.

Documentato per l’ultima volta a Conegliano nel 1516, quando effettua la dichiarazione delle tasse, muore tra il 2 ottobre 1517 e il novembre 1518, come desumibile dagli ultimi due certificati conosciuti.

La penuria di documentazione archivistica è in parte risarcita dalla grandezza assoluta di un artista che fin dagli esordi riuscì magistralmente, in uno stile di raffinato classicismo, a combinare la lezione pittorica di Giovanni Bellini con quella scultorea dei Lombardo, declinando poi la lezione di Antonello da Messina giuntagli per il tramite di Alvise Vivarini.

Già Vasari, nell’edizione delle Vite del 1550, ne esaltava le doti, sottolineando come “Fece anco molte opere in Venezia, quasi nei medesimi tempi, Gio. Batista da Conigliano, discepolo di Gio. Bellino […] e se costui non fosse morto giovane, si può credere che avrebbe paragonato il suo maestro”.

La mostra

La mostra dal titolo “Cima da Conegliano. Poeta del paesaggio” si apre con degli approfondimenti dedicati ai paesaggi di ieri e di oggi con le fotografie dei panorami odierni accostati e sovrapposti alle opere del Cima.

Seguono due sezioni introduttive dedicate alla straordinaria tecnica di Cima con i grandi restauri effettuati sulle sue opere.

Quindi prende avvio l’esposizione delle opere: le prime due sale consentono di irrompere nel paesaggio veneto del Quattrocento, una delle chiavi di lettura privilegiate dell’opera del Maestro di Conegliano. Il percorso prosegue poi ripercorrendo cronologicamente la carriera artistica di Giovanni Battista Cima.

Le opere in mostra

Cima da Conegliano, Sant'Elena (Particolare) (dal sito MiBAC)

1495 – Sant’Elena – olio su tavola, 40,6×32,4 cm – Washington, National Gallery of Art, Samuel H. Kress Collection, 1961.9.12

1489 – Polittico in nove scomparti – prestito di 3 pannelli del polittico:

  • Madonna con il Bambino, cimasa, tavola, 86×68,5 cm;
  • San Sebastiano, pannello inferiore laterale a sinistra, tavola, 136×46,5 cm;
  • San Rocco, pannello inferiore laterale a destra, tavola, 136×46,5 cm.

Olera, Chiesa parrocchiale di San Bartolomeo




Madonna con il Bambino – olio su tavola, 60,5×47,2 cm – Bologna, Pinacoteca Nazionale

Madonna con il Bambino – olio su tavola, 47,5×60,3 cm – Cardiff, National Museum of  Wales

Madonna con il Bambino – olio su tavola, 65,5×48,5 cm – Detroit, The Detroit Institute of Arts, Gift of James E. Scripps

Madonna con il Bambino tra il Battista, San Francesco e sei Cherubini – olio su tavola, 64×91,4 cm – Düsseldorf, Stiftung museum kunst palast, Sammlung Kunstakademie (NRW)

Madonna in trono con il Bambino tra i Santi Andrea e Pietro – olio su tavola, 55,6×47,2 cm – Edimburgo, The National Gallery of Scotland

1504 Madonna con il Bambino – olio su tavola, 86×71,4 cm – Este, Museo Nazionale Atestino

1504 Madonna con il Bambino – olio su tavola, 66×57 cm – Firenze, Galleria degli Uffizi

1505-10 – San Girolamo nel deserto – olio su tavola, 33×27,5 cm – Firenze, Galleria degli Uffizi, Donazione Contini Bonacossi

San Girolamo nel deserto – olio su tavola, 63,5×100,5 cm – Harewood, Harewood House Trust

Cima da Conegliano, Riposo durante la fuga in Egitto... (Lisbona - Foto: Catarina Gomes Ferreira) (dal sito MiBAC)

Riposo durante la fuga in Egitto con i Santi Giovanni Battista e Lucia – tempera e olio su tavola, 53,9×71,6 cm – Lisbona, Calouste Gulbenkian Museum

1504-5 – Madonna con il Bambino – olio su tavola, 69,2 x 57,2 cm – Londra, The National Gallery. Bought, 1858

1504-5 – Madonna con il Bambino – olio su tavola, 53,3 x 43,8 cm – Londra, The National Gallery. Bought, 1860

San Girolamo nel deserto – olio su tavola, 32,1 x 25,4 cm – Londra, The National Gallery. Bought, 1882

Testa di Cristo coronato di spine – olio su tavola, 36,8 x 29,2 cm – Londra, The National Gallery. Bought, 1890

Daniele e i leoni – olio su tavola, 47×33 cm – Milano, Veneranda Biblioteca Ambrosiana, Pinacoteca

Le nozze di Bacco e Arianna – olio su tavola, 28×69 cm – Milano, Museo Poldi Pezzoli

San Girolamo nel deserto – olio su tavola, 37×30 cm – Milano, Pinacoteca di Brera

Teseo uccide il Minotauro – olio su tavola, 38,2×30,8 cm – Milano, Pinacoteca di Brera

Madonna con il Bambino – olio su tavola, 71,5×55 cm – Parigi, Petit Palais, Musée des Beaux-Arts de la Ville de Paris

Madonna con il Bambino – olio su tavola, 43×33 cm – Parigi, Musée Jacquemart-André – Institut de France

Cima da Conegliano, Endimione dormiente (da sito MiBAC)

Endimione dormiente – olio su tavola, 24,8×25,4 cm – Parma, Galleria Nazionale

Giudizio di Mida – olio su tavola, 24,6×25,5 cm – Parma, Galleria Nazionale

1505 ca. – Madonna con il Bambino e i Santi Michele Arcangelo e Andrea – olio su tavola, 194×134 cm – Parma, Galleria Nazionale

Satiro – olio su tavola, 24×19,5 cm – Philadelphia, Philadelphia Museum of Art; John G.Johnson Collection, 1917

Sileno – olio su tavola, 31×41,3 cm – Philadelphia, Philadelphia Museum of Art; John G.Johnson Collection, 1917

Incredulità di San Tommaso – olio su tavola, 210×141 cm – Venezia, Gallerie dell’Accademia

L’arcangelo Raffaele e Tobiolo tra i Santi Giacomo e Nicolò – olio su tavola trasportata su tela,162×178 cm – Venezia, Gallerie dell’Accademia

Gabriele – olio su tela, 172×78 cm – Venezia, Gallerie dell’Accademia (in deposito c/o Museo Civico di Conegliano)

Madonna annunciata – olio su tela, 172×79 cm – Venezia, Gallerie dell’Accademia (in deposito c/o Museo Civico di Conegliano)

Madonna in trono con il Bambino tra i Santi Dioniso e Vittore con, nella cimasa, Il Redentore tra i Santi Pietro e Paolo – olio su tavola trasportata su tela, 147×138 (lunetta 75×138) cm – Venezia, Gallerie dell’Accademia (in deposito c/o Museo Civico di Feltre)

Costantino e Sant’Elena con, nella predella, Storie della vera croce – olio su tavola, campo centrale 140×73 cm; ogni scomparto di predella 25×20 cm – Venezia, Parrocchia San Giovanni Battista in Bragora

Madonna in trono con il Bambino tra i Santi Giacomo e Girolamo – olio su tela, 214×179 cm – Vicenza, Musei Civici – Pinacoteca di Palazzo Chiericati

Trittico di Navolè di Gorgo al Monticano:

  • San Martino e il povero, pannello centrale;
  • San Giovanni Battista e San Pietro, pannelli laterali

Vittorio Veneto, Museo Diocesano di Arte Sacra “Albino Luciani”

Cima da Conegliano, San Girolamo nel deserto (dal sito MiBAC)

San Girolamo nel deserto – olio su tavola, 48,3×40 cm – Washington, National Gallery of Art, Samuel H. Kress Collection, 1939.1.168

Teseo alla corte di Minosse – olio su tavola, 37,5×88,6 cm – Collezione Privata

Ecce Homo – olio su tavola, 35,5 x 28 cm – Collezione Privata

Ecco il catalogo della mostra e due volumi per conoscere meglio l’artista veneto:

Informazioni

Quando: dal 26 febbraio al 2 giugno 2010

Lunedì, martedì, mercoledì, giovedì: 10.00 – 20.00

Venerdì: 10.00 – 22.00

Sabato e domenica: 9.00 – 20.00

La vendita dei biglietti sarà sospesa 45 minuti prima della chiusura della mostra.

Dove: Pinacoteca comunale – Palazzo Sarcinelli – Via XX settembre 132 – 31015 Conegliano (TV) – Tel. 800 775083

Sito web: www.cimaconegliano.it

Biglietto: 10 euro intero, 8 euro ridotto

Biglietteria on line: www.mioticket.it
[map:http://maps.google.it/maps?hl=it&q=palazzo+sarcinelli+via+xx+settembre+132+conegliano&ie=UTF8&hq=palazzo+sarcinelli+via+xx+settembre+132&hnear=Conegliano+TV&ll=45.888291,12.297649&spn=0.006213,0.013797&z=16&iwloc=A]

Share

1 Commento »

  1. La Ruota dice,

    Scritto il 13 novembre 2010 alle ore 15:21

    Cima da Conegliano: un pittore da riscoprire attraverso i suoi paesaggi e i suoi colori…

    I found your entry interesting thus I’ve added a Trackback to it on my weblog :)…

Segui i commenti all'articolo via RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Name: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*