Informazioni su Italia Culturale

Archivio Curzio Malaparte in mostra a Milano

Locandina della mostra

Dal 2 marzo al 26 settembre 2010 in mostra a Milano presso la Biblioteca di Via del Senato l’archivio Malaparte acquisito nel 2009 dalla Fondazione Biblioteca di Via del Senato.

L’archivio di Curzio Malaparte è costituito da circa 300 faldoni, contenenti manoscritti e dattiloscritti originali di opere edite e inedite, articoli di giornale, documenti personali, lettere e fotografie.




L’archivio è stato acquistato nel 2009 per la Biblioteca milanese di Via del Senato (vedi la notizia sul corriere.it, clicca qui). Nella mostra dal titolo “Malaparte. Arcitaliano nel mondo“, per la prima volta vengono esposte le lettere dei maggiori esponenti culturali e politici della prima parte del XX secolo, le testimonianze degli amici e dei collaboratori, i manoscritti e dattiloscritti, anche in varie stesure, alcuni documenti personali e fotografie dai suoi album privati come pure quelle dei suoi vari reportage dall’estero (Etiopia, Balcani, Cina).

Dopo Milano, la mostra raggiungera’, ad ottobre, anche Prato, la citta’ che diede i natali a Curzio Malaparte.

Brevi notizie sull’autore

Curzio Malaparte – all’anagrafe Kurt Erich Suckert – (Prato, 9 giugno 1898 – Roma, 19 luglio 1957) è stato uno scrittore, giornalista e diplomatico italiano del Novecento. Si cimentò inoltre come regista cinematografico.

Particolarmente noti sono i romanzi Kaputt e La pelle, resoconti autobiografici della sua esperienza di giornalista e ufficiale durante la seconda guerra mondiale e Maledetti Toscani.

Lo pseudonimo, che usò dal 1925, fu da lui ideato basandosi sulla parola “Bonaparte”.

(dal sito della Biblioteca di via Senato): Malaparte fu arcitaliano in tutti i sensi perché, pur di padre tedesco, fu ben radicato nella tradizione culturale italiana più autentica, rivendicando in ogni momento la propria toscanità; in un’epoca drammaticamente travagliata come la sua, seppe conoscere e raccontare finemente gli italiani, i loro pregi e difetti, in un costante e sincero confronto con le diverse culture incontrate nei suoi viaggi in Europa e nel mondo. Fu soprattutto un attento lettore del suo tempo, sia a livello politico, sia letterario, comprendendo prima e meglio di altri la natura della modernità che si andava faticosamente attuando intorno.

Tra le opere di Curzio Malaparte:

Quando: dal 2 marzo al 26 settembre 2010 – da martedì a domenica ore 10-18

Dove: Biblioteca di Via del Senato – Via Senato 14 – Milano – tel. 02/76215314-323

e-mail: ufficiostampa@bibliotecadiviasenato.it

Sito web: www.bibliotecadiviasenato.it

[map:http://maps.google.it/maps?f=q&source=s_q&hl=it&geocode=&q=biblioteca+di+via+senato++via+senato+14+milano&sll=45.470228,9.19454&sspn=0.01252,0.027595&ie=UTF8&hq=biblioteca+di+via+senato&hnear=Via+Senato,+14,+20121+Milano&z=16]

Share

1 Commento »

  1. supra skytops dice,

    Scritto il 3 dicembre 2010 alle ore 04:40

    Thank you, teacher. Admonish your friends privately, but praise them openly. You are the best!!*_*

Segui i commenti all'articolo via RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Name: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*