Informazioni su Italia Culturale

Aldo Rossi: vita e opere


L’architettura deve proporre solo ciò che è possibile; la perdita del riferimento alla realtà rende brutti i disegni degli utopisti.

Aldo Rossi

Contenuti dell'articolo

  1. La vita
  2. Le opere
    1. Architettura
    2. Gli scritti
 

La vita

Aldo Rossi è nato a Milano il 3 maggio 1931.

Ha studiato architettura al Politecnico di Milano, dove si è iscritto nel 1949 e si è laureato nel 1959 avendo come relatore Piero Portaluppi.

Assistente negli studi di Ignazio Gardella e Marco Zanuso, insegna con Ludovico Quaroni presso la Scuola urbanistica di Arezzo e con Carlo Aymonino allo IUAV di Venezia; professore incaricato al Politecnico di Milano nel 1959, vince la cattedra di caratteri degli edifici nel 1970, quando comincia a collaborare anche con diverse università americane tra cui la Cooper Union University, l’Institute for Architecture and Urban Studies, Harvard e Yale University.

Nel frattempo dirige la sezione internazionale di architettura alla XV Triennale di Milano. Nel 1975 torna a Venezia dove è docente del corso di Composizione architettonica. Nel 1979 diventa Accademico della prestigiosa Accademia nazionale di San Luca.

L’attività di storico e teorico dell’architettura comprende, oltre alle collaborazioni con riviste quali “Casabella Continuità”, “Società” e “Il Contemporaneo”, la pubblicazione di Architettura della città (1966), presto divenuto un classico della letteratura architettonica, oltre al film Ornamento e delitto (1973).

Nel 1984 pubblica Autobiografia scientifica, richiamo all’omonima opera di Max Planck. Nell’opera l’autore, “in discreto disordine”, riporta ricordi, oggetti, luoghi, forme, appunti di letteratura, citazioni, luci e cerca di ripercorrere le cose o le impressioni, descrivere, o cercare un modo di descrivere.

Nel 1990 gli viene assegnato il Premio Pritzker, primo italiano a vincerlo e primo di una lunga serie di riconoscimenti. Vince l’Aia Honor Award e il premio città di Fukuoka grazie al progetto del complesso alberghiero “Il Palazzo”; il premio “Campione d’Italia nel mondo” e il premio “1991 Thomas Jefferson Medal in Architecture”. A questi prestigiosi riconoscimenti seguono le mostre al Centre Georges Pompidou di Parigi, alla Borsa di Amsterdam, alla Berlinische Galerie di Berlino e al Museo di arte contemporanea di Gand.

Nel 1996 diviene membro onorario dell’American Academy of Arts and Letters e l’anno successivo riceve il Premio speciale Cultura per il settore “Architettura e Design” della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Muore a Milano il 4 settembre 1997, a seguito di un incidente automobilistico.

Le opere

Architettura





Si indicano qui solo alcune delle opere e si rinvia al sito della Fondazione Aldo Rossi per la lista completa.

1960 Villa ai Ronchi in Versilia

1964 Ponte della Triennale a Milano

1965 Fontana monumentale di Segrate

1967 Quartiere Gallaratese insieme all’architetto Aymonino

1968 Progetto del palazzo comunale a Scandicci

1971-84 Ossario e Cimitero di San Cataldo a Modena

1972 Progetto per il nuovo Municipio di Muggiò

1972 Scuola elementare di Fagnano Olona

1973 Realizzazione del documentario di montaggio Ornamento e delitto per la Triennale di Milano

Torino (da Wikipedia)

1974 Progetto per il Palazzo della Regione ed il per una Casa dello studente a Trieste

1976 Progetto per una casa dello studente a Chieti

1977 Progetto per un centro direzionale a Firenze

1978 Teatrino scientifico

1979 Il Teatro del Mondo ed il portale d’ingresso realizzati per la Biennale di Venezia

1982 Centro Direzionale di Fontivegge a Perugia

1983 Progetto del municipio comunale di Borgoricco

1984-1987 Casa Aurora, sede del Gruppo Finanziario Tessile GFT, Torino

Allestimento per Pitti-Uomo a Firenze

1985 Allestimento per uno stand per il GFT

1986 Palazzo Hotel a Fukuoka, Giappone

1989 Appartamenti De Lamel all’ Aja, Paesi Bassi

Piano urbanistico per l’area Cosmopolitan Pisorno a Tirrenia (Pisa)

1990-1992 Edificio residenziale e terziario area ex sogema Città di Castello

1990-1993 Club House del Golf Club Cosmopolitan a Tirrenia (Pisa)

Complesso sociosanitario in via Canova a Firenze

1991 Centro di Arte Contemporanea sull’isola di Vassivière a Beaumont-du-Lac, Francia

Recupero dell’area industriale ex cotonificio Cantoni a Castellanza quale sede del campus dell’Università Carlo Cattaneo

Ufficio postale e appartamenti vicino alla Città della Musica a Parigi (19e), Francia

Genova, Teatro Carlo Felice (foto di Fotogia da Wikipedia)

1992 Ricostruzione del Teatro Carlo Felice a Genova

1993 Armadio Mobile fiorentino per Bruno Longoni

1995 Museo Bonnefanten e Museo d’Arte Moderna a Maastricht, Paesi Bassi

Recupero dell’area ex Kursaal a Montecatini

1996 Complesso per un periodico a Berlino, Germania

1997 Centro Commerciale “Terranova”, Olbia

Gli scritti


Si indicano qui solo alcuni degli articoli scritti dal grande architetto e si rinvia al sito della Fondazione Aldo Rossi per la lista completa.

1958

• Il passato e il presente nella nuova architettura, in “Casabella Continuità” (Milano), n. 219, p. 16

1960

• Il problema della periferia nella città moderna, in “Casabella Continuità” (Milano), n. 241, luglio, pp. 39-55, (con G. U. Polesello e F. Tentori)

1961

• La città e la periferia, in “Casabella Continuità” (Milano), n. 253, luglio, pp. 23-26

1966

• Il mio progetto per il Teatro di Parma, in “Sipario” (Milano), n. 242, p. 17

• L’architettura della città, Marsilio Editori, Padova

1968

• Architettura per i musei, in Guido Canella, Mario Coppa, Vittorio Gregotti, Aldo Rossi, Alberto Samonà, Giuseppe Samonà, Luciano Semerani, Gabriele Scimemi, Manfredo Tafuri, “Teoria della progettazione architettonica”, Dedalo Libri, Bari, pp. 122-137

1972

• L’azzurro del cielo, in “Casabella” (Milano), n. 372, dicembre, pp. 21-22

1978

• Progetto per la casa dello studente a Chieti, in AA. VV., “Europa / America. Architetture urbane, alternative suburbane”, La Biennale di Venezia, Venezia

• Un progetto per Firenze, ibidem

1979

• Il prestigio del teatro. Architettura: il Teatrino Scientifico, in “Gran Bazar” (Milano), n. 2, maggio-giugno, pp. 74-81

1980

• Lavori costruiti o progetti, in AA. VV., “La presenza del passato. Prima mostra internazionale di architettura”, La Biennale di Venezia, Venezia

• Il progetto per il Teatro del Mondo, ibidem

1984

• A Scientific Autobiography, MIT Press, Cambridge and London

1988

• Se guardo questi ultimi progetti: edificio d’abitazione a Kochstrasse, Berlino e centro commerciale a Parma, in“Lotus International” (Milano), n. 56, pp. 6-29

1991

• Centro d’arte contemporanea a Vassivière Clermont Ferrand e Bonnefantenmuseum a Maastricht, in “Zodiac” (Milano), nn. 6, settembre-febbraio, p. 234

• Palazzo dello sport a Milano, in AA. VV.,” Uniplan. Engineering, architecture & complexity”, Milano

1993

• Albergo Il Palazzo a Fukuoka, in “Lotus International” (Milano), n. 76, pp. 78-85

• Ristrutturazione dell’aeroporto di Linate, in “Domus” (Milano), n. 1, pp. 70-75

1994

• Museo del Mare a Vigo, in “Materia”, n. 15, pp. 24-27

1995

• Club House, Tirrenia (Pisa), in “Materia”, n. 20, pp. 34-39, (con M. Pisani)

• Costruzioni milanesi, in L. Basso Peressut, I. Valente, Milano.

1996

• Isolato in Schutzenstrasse a Berlino, in “Casabella” (Milano), n. 623, marzo, pp. 26-28

• Parco Tecnologico del Lago Maggiore, Fondo Toce, Verbania, Italia, in “Zodiac” (Milano), n. 15, marzo-agosto,pp. 88-103

1999

• Aldo Rossi. I quaderni azzurri, The Getty Research Institute / Electa, Milano

On line è disponibile la mostra che si è tenuta nel 2004: Aldo Rossi L’archivio personale Disegni e progetti dalle collezioni del MAXXI architettura. Clicca qui.

Fondazione Aldo Rossi – Via San Nicolao, 2 – 20123 Milano – Tel.: + 39 (0)2 89 69 44 99
Sito web: www.fondazionealdorossi.org
info@fondazionealdorossi.org

Share

2 Commenti »

  1. Aldo Rossi: vita e opere dice,

    Scritto il 15 febbraio 2010 alle ore 16:04

    […] Articolo Originale:  Aldo Rossi: vita e opere Articoli correlati: » Il teatro del Mondo della Biennale di Venezia 1979-1980 – […]

  2. Biennale di Venezia: omaggio ad Aldo Rossi dice,

    Scritto il 16 febbraio 2010 alle ore 15:55

    […] 30 anni dalla sua realizzazione viene proposta una rilettura del celebre progetto di Aldo Rossi per il Teatro del Mondo, edificio galleggiante ancorato alla Punta della Dogana, realizzato nel […]

Segui i commenti all'articolo via RSS · TrackBack URI

Lascia un commento

Name: (Required)

E-mail: (Required)

Website:

Comment:

*